Quando l’animazione italiana tentò la via del porno. Intorno a Il nano e la strega (1975) di Gibba e Libratti

Cabiria, n. 178, 2014, pp. 20-40

Special issue on the Proceedings of the Symposium / numero monografico con gli atti del convegnoL’animazione e l’Italia: autori, teorie e stato dell’arte, Università degli Studi di Padova, 29 May 2014.

ABSTRACT

Riding the wave of the success of Ralph Bakshi’s Fritz the Cat, in 1973 Italian animator Francesco Maurizio Guido, known as Gibba, conceived the project of the first animated “porn” movie ever produced in Italy, Il nano e la strega (1975). Thanks to unpublished documents from Gibba’s personal papers, not yet available to the public, and from other archives, this essay reconstructs the story of this unfortunate movie and the failure of the following project, that of a porn animated version of Faust's story.

Cavalcando il successo di Fritz the Cat di Ralph Bakshi, nel 1973 Francesco Maurizio Guido, detto Gibba, iniziò a pensare al progetto del primo film "pornografico" animato italiano. Grazie a documenti inediti, soprattutto dell'archivio personale di Gibba, non ancora di dominio pubblico, il saggio ricostruisce la storia di questo sfortunato film, Il nano e la strega (1975), nonché il fallimento del progetto successivo di Gibba, un'adattamento, nuovamente in chiave di animazione pornografica, della vicenda di Faust.

© 2018-2019 by Mauro Giori

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon