«Una rivista equilibrata per spettatori intelligenti». Appunti per una storia di Films and Filming (1954-1990)

Paragrafo, n. 5, 2009, pp. 57-88

ABSTRACT

This essay traces the almost unique history of Films and Filming, widely renowned as film magazine but also conceived, in 1954, as a closeted gay magazine for a community still to come. The article shows how the political agenda became more and more patent, affecting in a variety of ways every aspect of the magazine, from its covers to its film reviews, advertising, personal ads, readers' letters, and announcements of new releases, depending on the editors and on the changing historical contexts. The essay is based on a close study of more than 400 issues as well as on original interviews to editors, contributors and readers of the magazine.

Il saggio ricostruisce la storia pressoché unica di Films and Filming, assai nota rivista di divulgazione cinematografica concepita però anche, sin dal 1954, come giornale indirizzato a una comunità omosessuale ancora in fieri. Si mette in luce il modo in cui l'impianto militante diviene negli anni sempre più evidente contaminando ogni aspetto della rivista, dalle copertine alle recensioni, dagli annunci pubblicitari a quelli personali, dalle lettere dei lettori alle anteprime dei film in uscita, a seconda del mutare dei direttori e dei contesti storico-culturali. Il saggio si basa sullo spoglio degli oltre 400 numeri della rivista e su interviste originali da me fatte a direttori, redattori e semplici lettori del giornale.

© 2018-2019 by Mauro Giori

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon